Licenza poetica

Riempio di anacoluti le poesie:

lo faccio apposta,

se volevo fare giusto, lo facevo.

.

Poi anacoluto per bene

anche la mia vita:

un trucco infallibile

se per caso dio esiste

e quando muoio

si prende la briga di giudicare.

.

“Non sono errori”, dirò

“ma anacoluti

mi sono solo presa delle licenze poetiche

qua e là”.

.

Che distingua gli errori finti

da quelli veri, se ci riesce!

E poi non credo che gli vada di passare

per un dio purista:

di questi tempi

nemmeno dio si può permettere un’immagine sbagliata

e lui lo sa.


poesie

Rispondi


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: