Ritratti di famiglia

Sebastiano (1912-2006)

Che se muoio
muoio serenamente
che se muoio
muoio serenamente
è la volontà di Dio.

 

“Varda ch’a jè la giassa
varda ‘nt la cort, a jè la giassa”

 

Mio figlio dice “no”:
“No papà, a jè pa la giassa,
pa ancora”

 

A jera la giasa
quando facevo all’amore contro il muro della chiesa
“le braghette giù
contra la muraja d’la cesa”.

 

“C’erano le negrette
quand’ero in Eritrea
a jera pa la giassa
quand’ero soldato in Eritrea”
non c’era il ghiaccio che c’è qui.

 

Si muore con il ghiaccio duro dentro le ossa
si muore con gli occhi chiusi nell’inverno
i vecchi come me muoiono con gli occhi chiusi
e senza dispiaceri
che se muoio
muoio serenamente
è la volontà di Dio.
I vecchi come me muoiono con gli occhi chiusi
e i piedi nel letto
e i parenti intorno al letto
e il testamento firmato
e i figli che hanno figli
“me fieul a l’ha due fije”
e tutto a posto
la bicicletta ritirata
le bollette pagate
San Valeriano sotto il cuscino
la catenina al collo
la moglie morta nella cornice
la moglie morta sul comò.

 

“Varda ch’a jè la giassa
varda ch’a jè la giassa
venta quatè la salada ant’l ort”

 

“No papà, a jè pa, a jè pa ancora la giassa”

 

“Varda ch’a jè la giassa, fieul!
Venta felu, venta quatè la salada”

 

“L’ho fatto, papà ho già coperto l’insalata”
me fieul dice che ha già coperto l’insalata
me fieul ha coperto l’insalata
e io muoio:
i vecchi come me muoiono di ottobre
che l’insalata è già coperta
che i figli l’hanno coperta
e le bollette sono pagate
ed è tutto a posto
se vi ricordate di me
è tutto a posto.

 

Piccola traduzione delle parti in piemontese:
“Varda ch’a jè la giassa
varda ‘nt la cort, a jè la giassa”
Guarda che c’è il ghiaccio
guarda in cortile, c’è il ghiaccio
 
“No papà, a jè pa la giassa,
pa ancora”
No, papà, non c’è il ghiaccio
non ancora
 
“contra la muraja d’la cesa”
contro il muro della chiesa
 
“a jera pa la giassa”
non c’era il ghiaccio
 
“me fieul a l’ha due fije”
mio figlio ha due figlie
 
“Varda ch’a jè la giassa
varda ch’a jè la giassa
venta quatè la salada ant’l ort”
Guarda che c’è il ghiaccio
guarda che c’è il ghiaccio
bisogna coprire l’insalata nell’orto
 
“No papà, a jè pa, a jè pa ancora la giassa”
No papà, non c’è, non c’è ancora il ghiaccio
 
“Varda ch’a jè la giassa, fieul!
Venta felu, venta quatè la salada”
Guarda che c’è il ghiaccio figlio!
Bisogna farlo, bisogna coprire l’insalata

poesie

Rispondi


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: