cosa me ne farei delle ali

ma cosa ne so, scusa

cosa ne so di cosa

me ne farei delle ali

 

ho le mani, capisci, solo mani

 

e se non fossi stata questo

cosa sarei se non fossi stata questo

io

cosa ne so, scusa

cosa diamine ne so

 

e sì, lo so,

che son piena d’inventiva

sì, lo so, io so cosa farmene delle parole

ma cosa vuoi che mi importi, scusa

cosa vuoi che mi importi d’immaginare

cosa saremmo stati

se non fossimo stati noi

cosa saremmo stati noi senza noi

 

e piantala adesso di dire cose

che non dicono

 

cosa vuoi che m’importi

 

ho mani

e immaginazione

e sono quella che sono

e non ho altro da dire

 

l’unica cosa possibile

eravamo noi

 

l’unica cosa possibile

eravamo noi

 

cosa vuoi che dica

 

l’unica cosa possibile eravamo noi

 

e noi

non siamo più

noi


poesie

2 commenti su “cosa me ne farei delle ali

  1. “e piantala adesso di dire cose
    che non dicono”

    Posso prenderla in prestito per quando mi servirà?

    Mi è piaciuta!
    E potrebbe diventare il testo di una canzone.

Rispondi


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: