Come stanno le cose fra noi

Così, l’altro giorno, l’ho fatto anche io

quella cosa che a volte fai

di indicarmi che il viso è un po’ macchiato

 

il rimmel

la matita sbavata

una briciola di pane

 

io non te l’avrei detto

una ciglia o un pezzettino nero minuscolo

vicino alla palpebra

li noto senza davvero notare

 

ma è stato il pensiero di te

immaginarti al posto mio

 

ho visto, a volte, lo fai

“lì”, indichi, con l’indice, “lì”

e guardi mentre ripulisco strofino

serio attento che il mio viso torni tutto mio

nemmeno un pezzettino a macchiarlo un po’

e poi sorridi e mi osservi

“ecco” dici “sì”

 

così ho fatto: “lì”,

con l’indice, a indicartelo, “lì”

e come mi è piaciuto

stare a guaradarti mentre ripulivi strofinavi

seria attenta che il tuo viso tornasse tutto tuo

nemmeno quel pezzettino a macchiarlo un po’

“ecco”, dirti,”sì”

e poi sorriderti

sorriderti e pensare è così

è così che stanno le cose fra noi

 

e quel pezzettino nero

l’ho visto

che volava via

come un coriandolo

dal finestrino

ma molto più piccolo

piccolissimo

se non era per te

non lo notavo neppure


poesie

Un commento su “Come stanno le cose fra noi

  1. brava signo’ ! mi è piaciuta fino nelle ossa,
    che sono raggiungibili solo dopo un bel pochino di ciccia…. brava brava brava e bra

Rispondi


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: