Il giorno dopo ‪il Salone del libro di Torino‬ andando a capo

Presi da bulimia libresca

l’abbiamo fatto ancora
ci sono due pile sul tavolo

I miei e i suoi e quelli insieme

Si era detto non c’è più posto
s’erano indicati libri ancora non letti sulle mensole di casa
ma poi

Ora peschiamo dal mucchio
ci leggiamo pezzi
diciamo le copertine, quelle che ci piacciono di più
annusiamo il profumo di libro nuovo

Come quando vado al mercato
e al ritorno
vorrei mangiare tutto
le fragole i pesci le ricotte i pani e tutte quelle verdure

Una volta ho divorato a un matrimonio quattro bavaresi
mi è venuta la risata da eccesso di dolci
l’euforia di zucchero

Più o meno così


e altre cianfrusaglie, poesie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.