Filastrocca che devo comperare un computer nuovo

Ora compero un computer performante
che tenga tutto a mente per me
un grosso cervellone
che cervelli fuori dal mio
pieno di colori e lucette
un computer da stipare
con scritti e cose da fare
io lo compro proprio bello
poi ci metto tutto lì
i dolori e le incombenze
certe foto certe assenze
le risposte da dare
tutto quello che fa male
e se posso anche un paio
di chili di troppo
quelli che pesano di paura
di tristezza – però mi tengo la malinconia
i pomeriggi d’autunno
una finestra per guardare fuori
fra i vasi di fiori e il muro
un libro di poesia
gli lascio il troppo mi tengo il poco
che conta: amici fantasia
la borsetta di mia nonna
questa eterna voglia di giocare
le braccia che ti abbracciano
il riposare – lascio al computer
tutto il lavoro la velocità
il mondo che reclama
lo lascio lì a fare per tre
e prendo il tempo di stare con me.


poesie

Rispondi


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: