CORSI 2017-18

SCRIVERE SHORT 

Corso di scrittura creativa, 6 incontri

TORINO  Dal 12 febbraio 2018 presso Zandegù, via Exilles 18, Torino

Per info e iscrizioni cliccate qui

MILANO Dal 13 febbraio 2018 presso Gogol & Company, via Savona 101, Milano

Per info e iscrizioni cliccate qui

Diciamolo: condensare i pensieri non è cosa da tutti. Tendiamo sempre un po’ a sbrodolare, aprire infinite parentesi, incisi, fare digressioni, specificare, argomentare, menare il can per l’aia… insomma, diamine, arriviamo al punto! Andare al sodo!

Sintesi e brevità sono caratteristiche comuni a forme di scrittura antiche e modernissime, basta pensare per esempio agli haiku e ai tweet. Se vuoi raccontare qualcosa e lo vuoi fare con poche parole, ma in modo efficace e creativo, bisogna allenare il tuo muscolo della brevità.

Lo facciamo con Scrivere short, un corso sulle scritture brevi. Andremo ad analizzare testi come post, tweet, poesia, chat, haiku, racconto. 12 ore di lezione che ti insegnano a raccontare piccole e grandi storie facendo economia con le parole.

Come funziona Scrivere short? Il corso si struttura in 6 lezioni serali che mixano teoria e pratica. Riceverai tanti esempi utili e avrai la possibilità di metterti subito alla prova con questo tipo di narrazione.

Cosa ti porti a casa? Imparerai come stringere, tagliare e togliere senza patemi d’animo; come dire moltissimo con poche parole; come funziona la scrittura breve sul web tramite post, tweet, chat; conoscerai i Davide della scrittura, cioè epigrammi, aforismi, haiku, greguerias e altri piccoletti ficcanti; scoprirai come raccontarti in poche righe e come scrivere autobiografie pocket (la tua bio su Instagram farà invidia a tutti, dopo questo corso!); ti cimenterai con alcune prove di poesia e sperimenterai con il racconto brevissimo. Inoltre, avrai tanti spunti e consigli di lettura e un confronto rilassato con la docente.

Chi si iscrive? Il corso si rivolge a chi ama leggere, ad appassionati di poesia, a chi scrive (da poco o molto tempo non importa) e vuole mettersi alla prova con questo tipo di scrittura. Un corso anche per chi lavora sul web e coi social e vuole coltivare la parte più creativa e giocosa del proprio lavoro.


Mettere in forma la poesia

Corso di scrittura creativa in versi, 6 incontri

TORINO  Dal 21 febbraio 2018 presso Scuola Holden, Piazza Borgo Dora 49 – Torino

Per info e iscrizioni cliccate qui

Octavio Paz, poeta e premio Nobel per la letteratura, dandone una definizione, scrive che la poesia è:

Esperienza, sentimento, emozione, intuizione, pensiero non diretto. Figlia del caso; frutto del calcolo. Arte di parlare in una forma superiore; linguaggio primitivo. Obbedienza alle regole; creazione di nuove regole. Imitazione degli antichi, copia del reale, copia di una copia dell’Idea. Follia, estasi, logos. Ritorno all’infanzia, coito, nostalgia del paradiso, dell’inferno, del limbo. Gioco, lavoro, attività ascetica. Confessione. Esperienza innata. Visione, musica, simbolo. Analogia: una poesia è una conchiglia in cui risuona la musica del mondo e metri e rime non sono altro che corrispondenze, echi, dell’armonia universale. Insegnamento, morale, esempio, rivelazione, danza, dialogo, monologo. Voce del popolo, lingua degli eletti, parola del solitario. Pura e impura, sacra e maledetta, popolare e selettiva, collettiva e personale, nuda e vestita, parlata, dipinta, scritta (…).

Una valanga di parole che si muovono da un opposto all’altro, che evocano concetti diversi, modi differenti di intendere la poesia. In effetti, per quanto la parola sia univoca, se apriamo i libri di poesia, se passiamo da un autore all’altro, da una poetica all’altra, ci troviamo di fronte a tanti modi differenti di “fare” poesia.

La poesia è la lirica, ma è anche l’epica; è l’epigramma, ma anche il romanzo in versi; è il gioco, ma è anche la preghiera e l’invettiva; è il comico, ma è anche il tragico. Sono le strutture della tradizione, ma anche le forme della sperimentazione, è testo sulla pagina, ma è anche suono, talvolta testo per la performance.

Le forme e i modi della poesia sono tanti. In questo corso ne percorreremo alcuni, leggendo, analizzando e mettendo alla prova la nostra scrittura e “allenandoci” nella scrittura in versi con stili e strutture formali differenti. Partiremo dalle poesie per conoscere e sperimentare la poesia. Mettendo in forma le nostre parole.


Dare corpo alla poesia

Scrivere una poesia è come dare corpo a qualcosa di nascosto, creare un organismo vivo, fatto di parti che interagiscono fra loro. Cuore, polmoni, epidermide, ossa e cervello stanno fra loro in un equilibrio funzionale che consente a un corpo di muoversi, nutrirsi, agire; ma anche osservare, fare esperienze, provare sentimenti, elaborare concetti: insomma, vivere.
Analogamente, in una poesia, metafore, ritmo, struttura e immagini sono gli elementi che la compongono e la rendono proprio una poesia e non, ad esempio, una sceneggiatura. Tuttavia, così come l’anatomia non può spiegare il mistero della vita umana, analizzare gli elementi che “fanno” il linguaggio poetico non esaurisce l’esperienza che ci offre una poesia, che è sicuramente la somma di tanti elementi, ma anche molto di più. Cosa?

Sarà questo atteggiamento da scienziati e da curiosi a guidare il corso: leggeremo poesie – tante – e le analizzeremo. Parleremo di cuore, ossa e occhi di un testo: ovvero di ritmo, forma, struttura, immagini. Vedremo come poeti diversi, a partire da elementi simili hanno dato vita a organismi differenti, vivi, e che ci rendono più vivi.

E poi ci divertiremo a scrivere: faremo molti tentativi, sperimenteremo scritture diverse, entreremo in forme diverse. E infine proveremo a dare corpo alla poesia, addentrandoci nel suo elemento ritmico e sonoro attraverso il nostro corpo, nella lettura ad alta voce, per arrivare a un reading finale.

Il percorso si snoda in otto incontri più una serata finale di letture e canzoni. Sette incontri saranno condotti da Alessandra Racca, mentre uno sarà guidato da Federico Sirianni, cantautore e maestro di Songwriting, con cui si esplorerà il confine fra testo poetico e testo per canzone. La serata finale, aperta a tutti, sarà un reading-concerto organizzato insieme alla classe sulla canzone d’autore.

Quando Dalle ore 19 alle 21, in queste date: 31 ottobre; 9, 14, 21 e 28 novembre; 5, 12, 19 dicembre; Giovedì 21 dicembre – evento finale insieme alla classe di Songwriting

Dove Scuola Holden, Piazza Borgo Dora 49 – Torino

Quanto costa 260 euro Termine iscrizioni 24 ottobre 2017 Posti disponibili 18

Per iscriverti clicca qui

 

 

 

 

 

 

 

Se vuoi tenerti aggiornato iscriviti alla newsletter  e ti terrò aggiornato con tutte le novità.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: