poesia del 9 ottobre 2012

accade sotto le lenzuola matrimoniali
dandosi le spalle prima di dormire
nella smorfia di se stessi a se stessi
nello specchio del bagno del bar
nell’ultimo pensiero che precede il saluto
appena prima del “pronto ciao, allora come va?”
di fronte allo schermo del computer
in uno status, un sms lasciato a metà

qualcosa di violento e privato
il dubbio
un principio di verità

come sotto il banco, anni fa
negli angoli nascosti del cortile della scuola
ma senza la stessa innocenza

così adulto da essere tragico
così tragico da essere comico
così comico da essere umano


poesie

Rispondi


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: